Separazione

Uno degli ambiti regolamentati dal diritto di famiglia è quello inerente la separazione. La separazione personale dei coniugi non pone fine al matrimonio e non determina il venir meno dello status di coniuge. In seguito alla separazione, tuttavia, vengono meno alcuni dei doveri e degli effetti propri del matrimonio: in particolare si scioglie la comunione Legale (se questo era il regime patrimoniale scelto dai coniugi) e cessano gli obblighi di fedeltà e di coabitazione. Al contrario, altri effetti del matrimonio rimangono validi anche in seguito alla separazione: si tratta in particolare del dovere di contribuire alla gestione della famiglia, dei doveri verso i figli e del dovere di mantenimento per cui, laddove uno dei coniugi sia più debole dal punto di vista economico, l’altro sarà tenuto all’assistenza e al mantenimento dello stesso.

Chiunque si trovi nella necessità di dover affrontare una separazione, con le conseguenti difficoltà di tipo Legale, pratico e psicologico, non può fare a meno del valido supporto e della consulenza offerta da giuristi esperti nel campo del diritto di famiglia. Lo Studio dell’Avv. Pandolfi, situato nel cuore di Varese e comodamente raggiungibile da Varese città e da tutta la provincia, si offre come un interlocutore di fiducia per chiunque debba affrontare problematiche inerenti alla separazione e al diritto di famiglia in generale.

Stando a quanto sancito dal diritto di famiglia, dal punto di vista giuridico il procedimento di separazione tra coniugi può svilupparsi secondo diverse modalità:

  • separazione consensuale
  • separazione giudiziale
  • separazione di fatto
  • riconciliazione

Vediamo in dettaglio quali sono i diversi tipi di separazione e quali sono le implicazioni pratiche e legali che ne conseguono, fermo restando il punto che in caso di separazione è sempre bene consultare un giurista esperto in diritto di famiglia per ricevere un'assistenza personalizzata e consigli mirati rispetto alla peculiare situazione. I residenti a Varese e in provincia di Varese possono rivolgersi all'Avvocato Francesca Pandolfi, che opera nell'omonimo Studio Legale sito a Varese in Via Piave 12.

Quali sono le differenze tra i diversi tipi di separazione?

Separazione consensuale - La procedura di separazione consensuale può essere adottata ogni qual volta i coniugi riescano a raggiungere un accordo sugli aspetti economici, patrimoniali e personali conseguenti alla separazione e sulla regolamentazione dei rapporti riguardanti gli eventuali figli nati dall’unione.

Il procedimento di separazione consensuale regolato dagli art. 158 c.c. e 711 c.p.c. prevede che i coniugi depositino in Tribunale un ricorso congiunto, a fronte del quale viene fissata un’udienza per la comparizione personale degli stessi avanti il Presidente del Tribunale. In sede di udienza i coniugi saranno chiamati a confermare davanti al magistrato la propria volontà di separarsi alle condizioni indicate nel ricorso.

Il Tribunale procede, quindi, ad una verifica di legittimità delle clausole dell’accordo - in particolare accertando che le stesse non siano contrarie a norme imperative, all’ordine pubblico e al buon costume - e, quanto alle pattuizioni concernenti la prole, a valutarne la rispondenza al preminente interesse di quest’ultima.

Solo in caso di esito positivo di questi passaggi, il Tribunale riunito in camera di consiglio procederà ad omologare la separazione con apposito decreto.

Il d.l. 132/2014 (convertito con l. 162/2014) ha introdotto una procedura alternativa per la separazione consensuale che si svolge senza la comparizione dei coniugi in Tribunale (salvi casi particolari), attraverso la stipula di una convenzione di negoziazione assistita: si rinvia in merito alla sezione di questo sito specificamente dedicata all’argomento.

Il medesimo decreto ha, altresì, introdotto la possibilità di formalizzare un accordo di separazione davanti all’ufficiale di stato civile. Questa soluzione è, tuttavia, esclusa nei casi in cui i coniugi abbiano figli minori, ovvero figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave, o ancora figli maggiorenni non economicamente autosufficienti, nonché nei casi in cui l’accordo contenga patti di trasferimento patrimoniale.

Separazione giudiziale - La procedura di separazione giudiziale viene avviata nel caso in cui i coniugi non riescano a trovare un accordo sulle questioni economiche e personali come ad esempio l’affidamento dei figli o l’assegnazione della casa familiare. Affiancati dai propri legali, i due coniugi dovranno comparire in tribunale in una prima udienza in cui verrà tentata la conciliazione. In ipotesi di esito negativo, il Presidente del Tribunale emanerà dei provvedimenti temporanei e urgenti riguardanti la casa coniugale, i figli e gli eventuali assegni di mantenimento, autorizzando altresì i coniugi a vivere separati.

Successivamente, il procedimento si svolgerà come una causa ordinaria e si concluderà con la sentenza che pronuncia la separazione Legale dei coniugi, disponendo in maniera definitiva in merito agli aspetti personali e patrimoniali in accordo con quanto stabilito dal diritto di famiglia.

In questi casi l’assistenza di un Legale esperto di diritto di famiglia è un requisito essenziale per la buona riuscita della causa. Lo Studio Legale dell’Avv. Francesca Pandolfi mette a disposizione di tutti i clienti di Varese e provincia la propria esperienza e professionalità in materia di separazioni e diritto di famiglia, assicurando una presenza solida e affidabile al fianco del cliente in tutte le fasi del procedimento.

Separazione di fatto - Nel caso in cui i coniugi decidano di separarsi senza formalizzazione Legale e di comune accordo si parlerà di separazione di fatto. La separazione di fatto non ha nessun effetto giuridico e per questo motivo restano sempre invariati gli obblighi familiari.

La riconciliazione

La riconciliazione determina il venir meno degli effetti della separazione. Essa può realizzarsi in maniera formale con un'espressa dichiarazione da parte dei coniugi, oppure semplicemente con un comportamento non equivoco dei coniugi che sia incompatibile con lo stato di separazione (ad es. quando due coniugi separati riprendono la convivenza ristabilendo altresì la comunione spirituale e materiale tra loro). La riconciliazione preclude che la separazione possa nuovamente essere pronunciata per fatti anteriori alla riconciliazione medesima.

In caso di separazione e comunque per consulenze in materia di diritto di famiglia, lo Studio Legale dell’Avvocato Francesca Pandolfi si pone come un valido riferimento nella città di Varese e in tutta la provincia, offrendo le proprie consulenze e il proprio supporto in sede giudiziale e stragiudiziale.